ARTISTI

Lia Bosch

Scheda dell’artista

Artista formatasi interagendo con i più diversi linguaggi, Lia Bosch coltiva tutte le potenzialità di uno “sguardo” aperto, indifferente alle presunte urgenze dell’attualità, e consapevole che non esiste proiezione nel futuro senza la forza propulsiva generata da un’analisi profonda, storica e simbolica, delle proprie radici.

Identità d’autrice acquisita tramite un diploma all’Accademia di Brera implementato dalle più multiformi esperienze, compiute nel design, nella fotografia, nella danza, nella recitazione, nella moda, con lunghe permanenze di formazione in città come New York, Los Angeles, Parigi. Nella convinzione che le vie del Sapere sono ovunque, a patto di intraprenderle e viverle nel modo giusto.

Da tutta questa linfa nasce l’attitudine a esplorare la cosiddetta Tradizione sviluppando la scintilla di una creatività insofferente alle etichette, e nello stesso tempo alimentata dai più diversi idiomi formali. E’ quanto conferisce all’artista Lia Bosch la licenza di intitolare “Athanatos” – Immortale – la sua più recente collezione, presentata in uno degli eventi del Fuori Salone di Milano.

La sua risulta così una maturazione fortemente personalizzata, e nello stesso tempo in pieno divenire, nel solco di un percorso creativo caratterizzato anche da attraenti intrecci di moda e design, come si coglie dalle preziose elaborazioni grafiche stampate su seta in collaborazione con Elio Fiorucci.

Capitolo importante di una carriera contrassegnata da periodiche incursioni nei più vari campi del creare, come la Libreria Neuma presentata da Riva1920 al Salone del Mobile e le partecipazioni alle collettive “Utopia del Sembiante”, al Museo del Paesaggio di Torre del Mosto, e “Tabula rasa”. Nella liquidità di cui scrive il filosofo Zygmunt Bauman a proposito di questo mondo, globale quanto cangiante, Lia Bosch dimostra così di navigare saldamente orientata lungo una “rotta” da seguire.

Informazioni sulla disponibilità delle opere

Contattaci